VIAGGI AEREI: DIRITTO AL COMPENSO PER IL RITARDO

Secondo il Giudice di pace di Ragusa, il ritardo di oltre tre ore nel volo autorizza a richiedere il compenso previsto nel caso di cancellazione del volo.

Competente a conoscere la controversia è il Giudice del luogo di residenza del passeggero (foro del consumatore) secondo le regole proprie del diritto interno.

Confermata anche la risarcibilità delle spese documentate, mentre è obbligo della compagnia aerea di fornire al cliente vitto, alloggio e possibilità di comunicare.

Eventuali spese di taxi competono solo se non vi sono mezzi pubblici per spostarsi da un luogo ad un altro a seguito delle modifiche degli orari e delle coincidenze.

Nel caso in esame il compenso è stato riconosciuto al cliente a causa di un ritardo di sei ore (La compagnia aerea era patrocinata anche dal nostro Avv. Michele Ragusa) .

ritardo volo sentenza